Statuto del Consorzio


Articolo I – Generale (Nome, Indirizzo, Durata) Consorzio CID
Articolo II – Lista del Presidente.
Articolo III – Obiettivi e limiti del Consorzio CID
Articolo IV – L’adesione al Consorzio CID
Articolo V – Consiglio di Amministrazione del Consorzio CID
Articolo VI – Nomine e Consorzio Elezioni CID
Articolo VII – Comitati del Consorzio CID
Articolo VIII – Consorzio Finanza CID
Articolo IX – Riunioni dei membri. Assemblea Generale
Articolo X – Succursali
Articolo XI – Utile abuso e conflitto di interessi
Articolo XII – Risarcimento
Articolo XIII – Emendamenti
Articolo XIV – Scioglimento
Articolo XV
Articolo XVI

Articolo I – Generale (Nome, Indirizzo, Durata) del capitolo Associazione PMI Repubblica Dominicana

Sezione 1. Nome
Questo consorzio ha il nome Italo-Dominicana Consorzio CID, Repubblica Dominicana, East Consortium è associato con il Progetto Incubatore Bussines, e separatamente incorporato in un accordo tra imprese estere e le società dominicane, regolarmente costituita atto, e le condizioni di leggi e regolamenti della Repubblica Dominicana. Organizzato e disciplinato ai sensi della legge 322 – dal 2 giugno 1981 e regolamento 578 del 1986 in cui si afferma che per partecipare a concorsi, lotterie o altre forme di giudizio, il Consorzio è l’organizzazione più adatta a tale scopo, in modo da rispettare la Costituzione e le altre leggi che governano l’ordinamento giuridico della Repubblica Dominicana ai consorzi. Per i valori di democrazia partecipativa e dei principi umani e morali, sezione 2. Consorzio capacità giuridica CID, eseguire le procedure necessarie per completare la sua organizzazione dovuta, acquisendo attraverso il suo presidente, come previsto dalla legge che ha chiamato dirigente preposto, come la personalità giuridica, in grado di eseguire tutti gli atti inerenti al Consorzio, come la gestione del progetto, relazioni pubbliche, proprietà adqurir, agli obblighi contrattuali, pegno, costituiscono negociarr e gestire banche pubbliche o private, in collaborazione con altri consorzi, società, aziende, società, e in generale eseguire qualsiasi altro atto conformemente alle disposizioni delle leggi della Repubblica Dominicana e in base a DPR 408-101 disciplinato dalle leggi che regolano il Consorzio, Poiché questo è un verbale convenzionale e scritta tra due o più persone giuridiche o società. La stessa legge prevede che i consorzi devono soddisfare l’imposta obligciones e doveri formali di cui all’articolo 50 del Codice Fiscale per quanto riguarda le attività, progetti e benefici comuni. Il deposito DEVE Consorzio legittimo utilizzando un numero di Registro Nazionale dei RNC contribuenti che i suoi effetti emetterà la tassa, che servirà aa pagare le tasse per i benefici economici ottenuti dall’organizzazione in quanto tale e non individualmente generato membri al suo interno.

Sezione 3. Responsabilità Consorzio CID
Il Consorzio CID, soddisfa i suoi obblighi e impegni, ma non personalmente responsabili per i debiti contratti dai membri del Consorzio. Membri o titolari degli organi di gestione e di rappresentanza del Consorzio, personalmente responsabile di terzi per danni e debiti derivanti da atti dolosi, negligenza o trascuratezza. Anche civile e amministrativamente responsabile per gli atti e le omissioni fatte nell’esercizio delle loro funzioni, e gli accordi che avevano votato a favore, nei confronti dei terzi, l’organizzazione e partner.

Sezione 4. Documenti richiesti
Il Consorzio avrà in conformità con la legge come segue: (articolo 46 della legge 122-05)
• Un manuale o registro elettronico in cui è iscritta la denominazione, professione e indirizzo dei membri.
• Inventario, manuale o elettronica sono iscritte in cui tutti i beni mobili e immobili appartenenti al consorzio.
• Un account organizzati in cui deve contenere tutte le entrate e le spese del Consorzio, con l’indicazione precisa della fonte di reddito da investimenti e le spese, e il monitoraggio di tali investimenti.
• Una registrazione manuale o elettronico, descrizioni di attività, progetti, comunicazione, organizzazioni e programmi, compresi i suoi rapporti internazionali.
• Scegli un libro dei verbali delle riunioni dei suoi organi e di rappresentanza.

Sezione 5. Sigillare
CID Il Consorzio avrà un sigillo circolare. Stampa il nome e il logo del Consorzio e nel centro in senso orizzontale la parola “fondato” con l’anno della sua costituzione. Il sigillo deve essere apposta a tutti i documenti necessari a quello richiesto dalla legge e dal presente Statuto.

Sezione 6. Indirizzo di casa.
Il Consorzio CID, fissato la sua casa in Calle Santomè N. 154, Sector zona coloniale di Santo Domingo, Distretto Nazionale, capitale della Repubblica Dominicana, può trasferire la sede legale in tutto il paese a discrezione del Presidente e ratificato dai membri del Consiglio di Amministrazione. Il Consorzio può avere uffici o filiali di approvare il Presidente con il Consiglio di Amministrazione del Consorzio CID

Sezione 7. Durata.
La durata del Consorzio CID è illimitato, e può essere sciolto solo per espressa volontà del suo Presidente e un voto di maggioranza dei suoi membri ai sensi della Legge 322 del 2 giugno, il regolamento 578 del 1986 per L’applicazione e il regolamento dei consorzi e le dichiarazioni a tal fine dallo statuto.
Torna Su

Articolo II – Rapporti con il Consorzio CID.
Sezione 1. Il Consorzio è responsabile nei confronti del Consiglio di Amministrazione, debitamente eletto il Presidente fondatore, al momento della sua formazione ed è soggetto a tutte le politiche, procedure, standard e linee guida adottate dal Consorzio legalmente.

Sezione 2. Le decisioni del presidente, può entrare in conflitto con gli statuti attuali del Consorzio e tutte le politiche, procedure, norme e linee guida stabilite o autorizzate dalla presente negli statuti.

Sezione 3. Le decisioni del presidente riguardanti il ​​Consorzio CID, comprese tutte le restrizioni e divieti, hanno la priorità su questo Statuto o altra autorità ha creato in questo documento. In caso di un conflitto tra il Preidente e la direttiva, il Consorzio sarà regolato e rispettare i termini del presente statuto e come la legge dei consorzi, che nomina il Presidente e il direttore in carica.
Torna Su

Articolo III – Obiettivi e limiti del capitolo RD PMI.

Sezione 1. Scopo del Consorzio.
• General Purpose. Il Consorzio nasce come entità giuridica costituita da un accordo di più aziende o persone giuridiche sottoscritti e registrati atto, finalizzato alla realizzazione di programmi, opere, o la prestazione di servizi o la fornitura di taluni beni, e principalmente dedicata alla promozione e la gestione del project management nella Repubblica Dominicana, consapevolmente e in modo proattivo.

• Obiettivi specifici. Secondo i termini dello statuto e detenute fuori dal Presidente e il Consorzio, gli obiettivi specifici del Consorzio sono:
• promuovere la professionalità nella gestione dei progetti.
• Contribuire alla qualità e alla portata di gestione della costruzione.
• Incoraggiare in modo appropriato l’attuazione complessiva dei programmi di interesse pubblico.
• Fornire un forum riconosciuto per il libero scambio di idee, applicazioni e soluzioni ai problemi riscontrati dai suoi membri e altre parti interessate dello sviluppo.
• Identificare e promuovere i principi fondamentali degli statuti e delle aree di competenza per gestire i progetti con successo.
• Promuovere e organizzare conferenze, seminari, forum, conferenze, workshop e altri eventi per pubblicizzare il project management e qualsiasi altra modalità di comunicazione a tale scopo.
• Condurre partnership strategiche con organizzazioni private, università, business school, le organizzazioni autorizzate dal Presidente di attuare i progetti a beneficio dei consorziati, i media, e le altre istituzioni interessate a promuovere i principi e le tecniche di gestione progetto.

Sezione 2. Limitazioni del Consorzio.
• I limiti generali. Gli obiettivi e le attività del Consorzio CID, fatte salve le limitazioni previste nell’accordo di questi statuti, e effettuata in conformità con i documenti di incorporazione del Consorzio.
• Il database di appartenenza ed elenchi forniti dal Consorzio non possono essere usate per scopi commerciali da parte di terzi senza l’approvazione di questa, e possono essere utilizzati solo per finalità direttamente connesse alle operazioni del Consorzio, in conformità con le politiche e tutte le leggi e le normative applicabili a questo, incluso ma non limitato a leggi e regolamenti in materia di privacy e utilizzo dei dati personali.
• I membri del consiglio, sarà l’unico responsabile per la pianificazione e le operazioni del componente, e deve agire ai sensi del presente statuto e gli altri documenti che disciplinano il partenariato, il suo statuto, politiche, pratiche, procedure e le norme e la legge 122-05, il regolamento 40-08, la Costituzione e altre leggi che disciplinano l’ordinamento giuridico della Repubblica Dominicana.
Torna Su

Articolo IV – Composizione del CONSORZIO CID
 
Sezione 1. Disposizioni generali di abbonamento.
• Per diventare membri del consiglio dell Consorzio, socio attivo è richiesto. Le rigentes statuti non possono essere accettati come membri che non sono stati approvati dal Presidente e approvato dai membri del Consiglio.
• La partnership è volontaria e accetterà qualsiasi azienda di qualificazione sempre interessato a promuovere gli obiettivi dell’organizzazione. L’iscrizione è aperta a tutte le persone che possono beneficiare, indipendentemente da razza, credo, colore, età, sesso, stato civile, origine nazionale, religione, disabilità fisica o mentale.
• I membri devono rispettare ed essere disciplinato dallo statuto del Consorzio, e di tutte le politiche, procedure, regole e direttive stabilite dalla legge con lo stesso, compreso questo Codice di Condotta.
• Tutti i membri devono pagare una quota richiesta e fissato dal presidente e il Consorzio non sarà rimborsabile in alcuni casi. Le azioni ordinarie saranno pagabili annualmente, come stabilito nello statuto. Proprio come il Consorzio potrà stabilire regole per determinare i servizi che possono coprire il Consorzio. Nel caso in cui un membro dimissioni o revoca la loro adesione per qualunque causa, quota di iscrizione non saranno rimborsate dal Consorzio.
• Perdita di appartenenza: l’appartenenza al Consorzio, si estingue: dalle dimissioni del membro, mancato pagamento delle quote associative, o la revoca di adesione per la causa con delibera del Consiglio, approvato prima dal Presidente in collaborazione dal voto dei suoi membri. Membro sospeso può presentare ricorso contro la misura in questione prima della prossima Assemblea Generale, che sarà definitiva. Fino a quando il membro è sospesa. Essere considerati validi motivi come segue:
• La violazione di queste leggi o regolamenti.
• Il mancato rispetto dei doveri e degli obblighi specificati negli statuti ei regolamenti.
• Violazione del Codice Etico del Consorzio.
• Qualsiasi azione azione o omissione, che, a parere del Consiglio di compromettere la reputazione o gli interessi del Consorzio.
• La maggior parte con il Presidente ha espresso in Assemblea.
• Morte di un partner.
• Scioglimento del partenariato.
• I membri che non rinnovano in tempo la quota, verrà impostata come inattiva e verrà rimosso dalla lista ufficiale dei membri del Consorzio, che sarà comunicata a mezzo lettera raccomandata in modo che entro trenta giorni dalla notifica , rettificare la situazione. Un membro delinquente può essere ripristinata con il pagamento integrale dei contributi eccezionali sia del Presidente e gli Amministratori del Consorzio.
• Con la perdita di appartenenza, terminerà tutti i diritti e privilegi che comporta l’adesione, secondo le categorie descritte nella sezione 2, l’articolo IV del presente statuto e il membro del consorzio sarà escluso.

Sezione 2. Classi e categorie di appartenenza.
Il Consorzio non creare le proprie categorie di membri, come altri membri delle direttive saranno considerate categorie di appartenenze stabiliti dal Presidente.
Torna Su

Articolo V – Consiglio CONSORZIO

Sezione 1. Il Consorzio sarà amministrata da un Consiglio di Amministrazione, che svolge le finalità e gli obiettivi di questo.

Sezione 2. Il Consiglio di Amministrazione è composto di membri a pieno titolo del Consorzio, scelto dal Presidente alla costituzione del Consorzio. Il Consiglio di Amministrazione, è composto da almeno sette (7) membri ad un massimo di undici (11) in cui ci sarà:
• Un (1) Presidente
• Un (1) Senior Vice President
• Un (1) Direttore Generale
• Un (1) Vicedirettore Generale
• Un (1) Segretario Generale
• cinque (5) Amministrazione
• Un (1) Assistente

Paragrafo II: La durata del mandato dei membri delle direttive, ove non espressamente indicato, deve essere due (4) anni di mandato e di essere eletti alla Costituzione del Consorzio direttamente dal Presidente può essere rieletto alla stessa carica due mandati consecutivi e non più di sei (6) mandati consecutivi.

Sezione 3. Il Presidente sarà l’amministratore delegato del Consorzio e serve come elemento di gestione, con potere illimitato nello statuto come scritto ed in base alla funzione che si occupa DPR N. regolamentato 408-101, che disciplina le procedure per il manager e presidente del Consorzio. Il Presidente servirà anche come membro ex-officio rappresentante, il diritto di partecipare e votare, se necessario, come un consorzio. Eseguire funzioni quali è consuetudine per i presidenti, come ad esempio:
• Rispettare e far rispettare le leggi, i regolamenti e ordinanze dell’Assemblea Generale e del Consiglio.
• convoca le riunioni dell’Assemblea Generale regolari e speciali e presiedere le sue deliberazioni.
• Convocazione riunione del consiglio almeno una volta ogni 2 mesi di presiedere.
• Richiedere l’incorporazione del Consorzio CID nei termini stabiliti dalla legge e il processo per l’approvazione, le modifiche che potrebbero essere introdotte al presente Statuto.
• Per rappresentare il Consorzio nella giustizia e nei confronti di terzi. Firma per conto di tutto questo tipo di contratto.
• rappresentare il Consorzio, tutti gli atti che potrebbero essere interessati.
• Firmare ricevute, assegni e altri documenti relativi ad attività finanziarie del Consorzio.
• Iscriviti combinato disposto con l’assistente del segretario di comunicazioni, libri e registri minuto derivanti dal Consorzio.
• Proporre e far accettare alle riunioni del Consiglio di Amministrazione del Consorzio, commissioni per le prestazioni in qualsiasi attività che possa determinare.
• sottoporre all’Assemblea, a nome del Consiglio, la relazione delle attività durante il periodo.
• Per nominare e revocare il proprio personale ..
• Autorizzazione di tutte le spese che sono necessarie.
• entrare in contatto con le istituzioni statali e private ai fini della collaborazione con il Consorzio.
• Tutte le altre funzioni attribuitegli dall’Assemblea o dalla legge.
• Il Presidente Fondatore del Consorzio avrà le sue funzioni, tranne decisione continnuativo così unanime della direttiva in caso di eventuali errori di funzionamento del suo ufficio per dimissioni o essere fornito con il Presidente Fondatore nombramiemto Onorifico e le decisioni di voto sulla scheda Consorzio. Allo stesso Presidente Fondatore durante il suo mandato è mettere a disposizione del Consorzio necessari per configurare e gestire, senza alcun costo al fine di contribuire direttamente allo sviluppo del Consorzio.

Sezione 4. Vice Presidente Senior. Le funzioni di Vice Presidente Senior quanto segue:
• Sostituire il Presidente in caso di assenza temporanea, la disabilità, l’assenza o la squalifica usencia finale e il secondo sarà il Legale Rappresentante.
• Creare e sviluppare programmi che coinvolgono il Consorzio di guardia e l’importanza soprattutto della gestione ed elaborazione di progetti per il Consorzio, attraverso diversi mezzi di partecipazione.
• Assistere il presidente in tutte le attività e le realizzazioni dei doveri d’ufficio.
• Rispettare gli obblighi del suo ufficio ed eseguire tutte le disposizioni emanate dal Consiglio e debitamente autorizzati dal Presidente e dal Consiglio
• Relazione al Presidente.

Sezione 5. Direttore Generale. Essa si occuperà della corretta gestione di tutte le attività
• Sviluppare obiettivi finanziari del Consorzio

• Assistere nello sviluppo dei progetti.

• Fornire ai suoi successori tutti i beni del consorzio di cui sono responsabili.

• Per presentare all’Assemblea, alla fine del suo mandato, una relazione dettagliata del suo lavoro con un bilancio.
• Rispettare gli obblighi del suo ufficio e svolgere tutte le disposicioes emanati dal Consiglio

Sezione 6. Vice Direttore Generale. I compiti del Vice-Direttore Generale come segue:
• Sostituire il direttore generale generale, in sua assenza e seguire la linea di tutti i palazzi del Direttore generale dopo l’approvazione del presidente e del consiglio.

Sezione 7. Segretario generale è il funzionario responsabile di approvare i documenti ufficiali dell’organizzazione e garantire il rispetto delle leggi che regolano l’entità e che ha ordinato dall’Assemblea Generale. Le sue funzioni sono le seguenti:

• segnalare tempestivamente all’Assemblea Generale di notare eventuali irregolarità in materia di rispetto delle norme di legge e statutarie.
 
• Studiare, informare e questione legale Progetti opinione accordi, contratti e simili.

• Convocazione Assemblea Generale in sessione straordinaria se le circostanze lo giustifichino.
 
• Si assuma tutto il coordinamento, la supervisione di tutte le attività in un senso generale del Consorzio.
• Incoraggiare la partecipazione dei membri del consiglio di amministrazione e convoca, su richiesta del Presidente.

• Agire in qualità di Segretario sia alle riunioni del consiglio e nelle Assemblee Generali detenuti.

• La firma insieme al presidente delle comunicazioni, dischi, libri e registrazioni di registrazione del Consorzio.

• Firma copie di dichiarazioni e certificazioni rilasciate, con l’approvazione corrispondente del Presidente.

• presentare relazioni al montaggio per il completamento della loro elezione e consegnare al suo successore nei registri ufficiali del capitolo PMI RD che erano in carica.

• Rispettare gli obblighi del suo ufficio ed eseguire tutte le disposizioni emanate dal Consiglio.

Sezione 9. Segretario, è responsabile della tenuta dei registri di tutti gli incontri ufficiali, riunioni d’affari delle attività consiliari e Consorzio quali:
• Informare i membri del consiglio di amministrazione, e tutti i partner, le attività che incontra l’organizzazione.
 
• Preparare i verbali del Consiglio e dell’Assemblea Generale
 
• Tenere verbali di tutte le riunioni o le sessioni del Consiglio e dell’Assemblea Generale.

• Dirigere gli archivi dell’Associazione.
 
• Preparare le chiamate, rapporti, pubblicazioni, agenda e come indicato dal Presidente.

• Prendere i libri dei record RD membri del Capitolo PMI, che devono essere inseriti il ​​nome, nazionalità, professione, modalità di contatto e l’indirizzo di ciascuno.

• record Levar, libri minuto, la registrazione e nominare i membri.

• Order, memorizzare e archiviare i documenti e corrispondenze RD capitolo PMI.
 
• Eseguire tutte le altre funzioni ad essa conferiti dal presente Statuto o dalla risoluzione dell’Assemblea Generale o del Consiglio di Amministrazione che sono inerenti alle loro funzioni.

• Rispettare gli obblighi del suo ufficio ed eseguire tutte le disposizioni emanate dal Consiglio.

Sezione 12. Il Consiglio esercita tutti i poteri del Consorzio, salvo quanto specificamente proibiti da questi statuti e le politiche dei capitoli del Consorzio, le disposizioni di legge, la Costituzione e altre leggi che disciplinano l’ordinamento giuridico nella Repubblica Dominicana del Consorzio.

Il Consiglio è autorizzata ad approvare e pubblicare tali politiche, procedure e standard che sono necessari in queste, le politiche statuti e dei regolamenti PMI ® ed esercita l’autorità su tutte le attività e dei fondi del capitolo PMI RD.

Sezione 13. Avvisi e quorum del Consiglio. Il consiglio convocata dal presidente o su richiesta scritta di tre (3) I membri del Consiglio, per circolare o per telefono, con non meno di ventiquattro ore di anticipo, salvo accordo unanime dei suoi membri di abbreviare tale termine. Il quorum è composto da non meno della metà dei membri del consiglio. Ciascun membro dispone di un (1) voto e può tenere riunioni o votare di persona, per teleconferenza, fax o qualsiasi altro legalmente accettabile. Le riunioni saranno condotte in conformità con le procedure parlamentari stabiliti dal consiglio.

Sezione 14. Il Consiglio Direciva in comunacuerdo con il presidente, può dichiarare vacante la posizione di un ufficiale particolare o regista, quando non è più un membro a pieno titolo del Consorzio, per qualsiasi ragione non-pagamento delle tasse o quando non ha partecipato tre (3) riunioni consecutive del Consiglio.

Un funzionario o dirigente può rinunciare comunicazione delle sue dimissioni per iscritto al Segretario Generale. Salvo diversamente specificato che la data è determinata dal Consiglio, la rinuncia deve essere efficace quando è comunicata al presidente con l’approvazione e la presentazione al consiglio comunicazione scritta.
  
Sezione 15: Un ufficiale generale o direttore può essere rimosso per giusta causa in relazione con gli affari dell’organizzazione da parte del Presidente o dei membri presenti ad un’assemblea dei soci, o da due terzi (2/3) Consiglio di Amministrazione.
 
Sezione 16: Se l’ufficio di un funzionario o dirigente di alto livello diventa vacante, il Presidente può nominare un successore in carica per il rimanente periodo per il posto vacante. In caso il Presidente non è in grado di completare la durata del mandato, il Vice Presidente assume le funzioni e l’ufficio del Presidente per la restante durata eletto.

Sezione 17. Poteri del Consiglio
In aggiunta ai poteri ai sensi degli articoli della Costituzione, e senza la seguente lista sia restrittiva dei suoi poteri, il Consiglio, a nome del Consorzio deve avere le seguenti competenze:
• Per rappresentare ufficialmente il Consorzio.

• Garantire risorse finanziarie e dei beni mobili e immobili dell’istituto.

• Celebrare l’ordinaria e straordinaria con il dovuto preavviso del presidente del Consiglio.

• Decidere in merito all’attuazione di queste misure che ritengono necessarie o utili al conseguimento degli obiettivi del Consorzio, prima di ogni autorità e istituzione pubblica, privata o individuale.

• Impostare le spese generali del Consorzio.

• stipulare contratti di qualsiasi natura.

• agire in giudizio per conto del Consorzio, nei casi e stima delle risorse. Rappresentata dal presidente.

• visto l’apertura e la gestione di conti bancari in cui sono depositati i fondi del Consorzio.

• sottoporre all’Assemblea Generale la relazione annuale da presentare ad esso il suo lavoro, con una delle entrate dello Stato descrittivi e le spese si sono verificati durante l’anno, se tali altri rapporti che ritiene opportuno.

• delegare l’autorità ed i poteri d’accordo queste leggi in una o più persone, e di accettare le dimissioni e la revoca delle delegazioni.

• Fornire la Direzione Generale di Finanza, attraverso forme annuali forniti da questa entità, il rapporto di beni immobili o personali acquisiti durante l’anno fiscale.
Torna Su

Articolo VI – Nomine e Consorzio Elezioni
 
Sezione 1. La nomina, elezione dei dirigenti e direttori si terrà ogni due (2) anni ogni anno in conformità con i mandati di cui all’articolo IV, sezione 1 e l’articolo V, Sezione 2. Tutti i membri di voto pieno diritto di voto alle elezioni ei candidati nominati dal Presidente ..

La discriminazione nelle procedure elettorali e la nomina sulla base di razza, colore, credo, disabilità, sesso, età, stato civile, origine nazionale, religione, disabilità fisica o mentale è vietata.

Sezione 2. I candidati che vengono eletti entreranno in carica il primo giorno successivo alla loro elezione e in carica durante il mandato o fino a quando i loro successori sono stati eletti e qualificati.
 
Sezione 3. Un comitato dovrà preparare una lista contenente i candidati per ogni posizione sul consiglio di amministrazione e determinare l’idoneità e la disponibilità di ciascun candidato alle elezioni. I candidati per le posizioni nel consiglio può anche essere nominato dalla procedura di iscrizione stabilita dal Comitato Nomine e del Consiglio. Le elezioni si svolgono nel corso della riunione annuale ordinaria.
 
Sezione 5: In conformità con le politiche, pratiche, procedure, standard e linee guida, non ci sono fondi o le risorse di PMI o componenti che possono essere utilizzati per sostenere l’elezione di un candidato o gruppo di candidati per le PMI, i componenti o pubblico. Non essere consentito di organizzare, qualsiasi tipo di campagna elettorale, comunicazioni, un’attività organizzata di raccolta di fondi o per conto di un candidato. Le nomine, o qualsiasi altro organismo designati dalla Commissione, sarà il distributore esclusivo di tutti i materiali elettorali per l’elezione popolare.
Torna Su

Articolo VII – Comitati del Consorzio

Sezione 1. Il Consiglio può autorizzare la creazione di comitati permanenti o temporanei per far avanzare le finalità del Consorzio.
 
Sezione 2. Tutti i membri aggiuntivi o dipendenti sono nominati dal Presidente con l’approvazione del Consiglio.
Articolo VIII – Consorzio Finanza CID

Sezione 1. L’anno fiscale inizia il 1 gennaio Consorzio CID a tempo indeterminato. Al termine di 6 mesi, eseguire un equilibrio e redigere il bilancio che mostrano la situazione finanziaria del Consorzio. Questi documenti devono essere completati entro un mese dalla chiusura di ciascun anno e sarà presentata dal Consiglio per l’esame da parte dell’Assemblea Generale nella sua sessione annuale regolare.
Sezione 2. I membri tasse annuali ordinari è determinato dal Consiglio di Amministrazione, soddisfare le esigenze individuate a tal fine fare quel corpo, le spese supplementari sarà stabilito dall’Assemblea Generale, per fissare l’importo. In ogni caso deve essere comunicata al Consorzio, in conformità con le politiche e le procedure stabilite da loro.

Sezione 3. Il Consiglio del Consorzio, stabilisce le politiche e le procedure per governare la gestione delle loro finanze e presentare le dichiarazioni fiscali richiesti dalle autorità governative interessate in conformità con la legislazione attuale.
 
Sezione 4. Tutte le fatture per spese, collezioni di imposte e tasse esborsi sono effettuati dal Consorzio.

Sezione 5. Patrimonio
Tutti i beni acquisiti dal Consorzio CID devono essere registrati presso l’autorità fiscale, per conto di tale entità, e il suo uso è destinato a svolgere la sua funzione e lo sviluppo di programmi e progetti della stessa. L’uso dei beni appartenenti al Consorzio, da parte dei suoi membri per uno scopo diverso da quello che ha portato alla sua creazione porterà alla sospensione, la perdita parziale o totale delle agevolazioni fiscali in base alle leggi fiscali e normative, e rispondere le sue conseguenze, la persona o le persone responsabile di questa situazione.
Sezione 6.
• Le attività economiche del Consorzio sono costituite da:

• Fondi di quote e le valutazioni che possono essere fissati dall’Assemblea Generale o per delega dal Consiglio.

• Il reddito generato dagli sforzi per essere effettuato a favore del commercio

• Eventuali altri mezzi legittimi per il conseguimento del Consorzio

• beni acquisiti con le risorse di cui sopra.

Sezione 7.
Il presidente sarà in grado di accettare, in nome e per conto del Consorzio, tutti i contributi del lavoro del Consorzio per il raggiungimento degli obiettivi enunciati espressamente nel presente Statuto.

Sezione 8. L’uso dei proventi che compongono il patrimonio.
Tutte le risorse del Consorzio CID sarà applicata alle attività che portano alla realizzazione di obiettivi e progetti, in risposta ad un ordine di priorità dei bisogni fondamentali dei suoi partner. I membri hanno alcun diritto sui beni del patrimonio del Consorzio, o profitti o dei dividendi di qualsiasi tipo.

Sezione 9. Gli organi direttivi del Consorzio sarà responsabile della gestione delle attività in conformità alle disposizioni del presente Statuto. Il surplus ottenuto dall’Associazione non può che essere finalizzata al raggiungimento di obiettivi aziendali e gli obiettivi, compreso il finanziamento di specifici programmi o progetti precedentemente autorizzati.

Sezione 10. I benefici ottenuti dal Consorzio, derivanti da attività economiche, compresi i servizi, o qualsiasi altro reddito saranno utilizzati esclusivamente per raggiungere i suoi obiettivi, al pagamento delle spese di rappresentanza dal suo Presidente, a pagare il dipendente che serve come segretaria e assistente, che non lascia spazio, in ogni caso la sua distribuzione tra i soci o tra coniugi o persone che vivono con persone con simili legami affettivi, o presso i propri parenti o il suo trasferimento gratuito a persone fisiche o giuridiche avanti guadagnare.
Torna Su

Articolo IX – Riunioni dei membri. Assemblea Generale

Sezione 1. L’Assemblea Generale è il direttore supremo del Consorzio, composta da partner che adottano le sue decisioni a maggioranza o il principio di democrazia interna e deve riunirsi almeno una volta all’anno. Si possono incontrare in Assemblea ordinaria e straordinaria generale come ovunque nella Repubblica Dominicana o in Italia.
Sezione 2. Sono trattati come straordinaria dell’Assemblea Generale svoltasi con l’accordo del Consiglio e Presidente del Consorzio o da petizione del dieci per cento (40%) dei membri votanti, espressa in una comunicazione indirizzata a tale ufficiale.

Sezione 3. Le chiamate alla Assemblea Generale Straordinaria deve indicare la data e il luogo della riunione e comprendono l’ordine del giorno proposto. Gli argomenti trattati in queste riunioni si limitano esclusivamente a quelli indicati nell’ordine del giorno inviato con la chiamata.

Sezione 4. Sono trattati come Assemblea Generale Ordinaria tenutasi una volta l’anno, convocata dal Consiglio con almeno 30 giorni prima della riunione. In questi incontri l’ordine del giorno deve essere limitato ai punti all’ordine del giorno indicati nella convocazione.

Sezione 5. Quorum. Il quorum per l’assemblea generale (ordinaria o straordinaria) validamente costituita Consorzio sarà la presenza del 30 per cento (30%) dei membri presenti.

Sezione 6. Tutti gli incontri saranno condotti secondo le procedure parlamentari stabiliti dal consiglio. Le deliberazioni delle Assemblee Generali sono stati dimostrati da atti che hanno firmato tutti i membri presenti. Le copie e gli estratti di questi ci si deve fidare quando sono certificati dal Segretario Generale / Segretario o con l’approvazione del presidente del Consorzio.

Il presidente, o del consiglio del Consorzio, trasmettono annualmente all’Assemblea Generale dei membri, una relazione dettagliata del loro lavoro, accompagnata dalla dichiarazione dei redditi e delle spese che si sono verificati durante l’anno.

Sezione 7. Poteri dell’Assemblea Generale. I compiti del Presidente, approvando gli Statuti.
Torna Su

Articolo X – Succursali
Sezione 1. Creazione di succursali. Una volta concessa l’autorizzazione scritta del Consorzio, attraverso l’accordo capitolo, il Consorzio sarà permesso di organizzare i suoi membri in gruppi a seconda dell’area geografica in cui risiedono (in seguito denominato Branches), al fine di fornire servizi di livello locale e internazionale. Filiali del Consorzio è disciplinata dal presente statuto e di svolgere le proprie attività in conformità con le politiche e le procedure del Consorzio.

Sezione 2. Area Geografica. Ogni ramo formata per servire una zona geografica delimitata, non è possibile estendere i loro servizi al di là dei confini geografici definiti dal Consorzio.

Sezione 3. Distribuzione delle tasse. Il presidente deve raccogliere tutte le commissioni e le appartenenze oneri per conto del Consorzio. Il Consorzio CID la ripartizione dei fondi alle proprie succursali, in conformità con le politiche e procedure. Rami Non è possibile creare la propria appartenenza o tributi propri.

Sezione 4. Il presidente o divisione rami devono essere effettuati da un membro del Consiglio di Amministrazione o capitolo presidente (a) di una commissione di riferire al Consigliere incaricato per la supervisione dei rami.

Sezione 5. Le limitazioni dei rami è regolato dalle limitazioni stabilite dalla legge e l’accordo firmato con il capitolo consorzio CID.
Torna Su

Articolo XI – Utile abuso e conflitto di interessi

Sezione 1. Nessun membro del Consorzio può ricevere guadagno pecuniario, i benefici, o qualsiasi altra forma di remunerazione per le attività svolte per il Consorzio senza l’autorizzazione del Presidente, i loro account o risorse, salvo quanto diversamente disposto dal presente statuto.

Sezione 2. Nessun dirigente, direttore, membro del consiglio designato o al rappresentante autorizzato del Consorzio, riceveranno un risarcimento o altro materiale o benefici finanziari per far parte del Consiglio. Tuttavia, il Presidente e il Consiglio può autorizzare il pagamento delle spese effettive e ragionevoli sostenute da un ufficiale, direttore, membro del comitato o rappresentante autorizzato, in relazione alla partecipazione alle riunioni del Consiglio e di altre attività approvate.
 
Sezione 3. Il Consorzio può stipulare contratti o transazioni con i funzionari eletti, direttori dei Consiglieri nominati dal Consiglio o autorizzato i rappresentanti del presidente e società per azioni, organizzazione di partnership, associazione o altro in cui uno o più dei membri di cui sopra, hanno interessi finanziari sono amministratori, funzionari o dipendenti, a condizione che le seguenti condizioni:

• Relazione al Presidente del Consiglio, prima dell’inizio del, rapporto contrattuale o transazione o interesse a tale attività;

• Il Presidente e il Consiglio e membros della direttiva in buona fede autorizza il contratto o la transazione da una maggioranza di quelli che non hanno alcun interesse per l’operazione di contratto;

• Il contratto o la transazione è giusto al Capitolo RD PMI ed è conforme alle leggi e ai regolamenti della Repubblica Dominicana, in vigore alla data di esecuzione, approvazione o ratifica dell’accordo da parte del Consiglio di Amministrazione.

Sezione 4. Tutti i dirigenti, direttori, membri nominati dal Consiglio e autorizzato i rappresentanti del capitolo PMI RD, agiscono in modo indipendente, a prescindere altre affiliazioni, appartenenze, o posizioni, in conformità ai loro obblighi al Capitolo RD PMI e diritto applicabile .

Sezione 5. Tutti i dirigenti, direttori, membri nominati dal consiglio di amministrazione e rappresentanti autorizzati devono dichiarare l’interesse o affiliazione possono avere con qualsiasi ente o persona con la quale il Capitolo DR PMI, ha stretto o può stipulare contratti, accordi o transazioni altre attività. Inoltre, astenersi dal voto o influenzare l’esame di tali questioni.
Torna Su

Articolo XII – Indennizzo

Sezione 1. Nel caso in cui qualsiasi persona che è, o era un funzionario, direttore, membro del comitato o mandatario RD PMI capitolo, agendo in buona fede da o per conto del capitolo PMI RD, è coinvolto in ogni azione civile, processo investigativo criminale o è minacciato di partecipare a una di queste azioni, possono chiedere un risarcimento per le spese considerate ragionevoli sostenute, comprese le spese legali, sentenze, multe e gli importi versati nell’ambito del processo. Quando il rappresentante è riuscito a difendere l’azione, l’indennizzo è obbligatoria.

Sezione 2. Salvo ordinato da un tribunale, la compensazione di eventuali rappresentanti, essere approvato e concesso su una determinazione che l’organo è stato un adeguato livello di comportamento e sono conformi alle prescrizioni delle leggi dominicane e gli statuti.

Sezione 3. Secondo la legge dominicana, capitolo PMI RD, può acquisire e mantenere un’assicurazione di responsabilità civile da qualsiasi persona che è o era un rappresentante direttore, funzionario, dipendente, trustee, agente o autorizzato del capitolo PMI DR.
Torna Su

Articolo XIII – Emendamenti

Sezione 1. Questo regolamento può essere modificato dal Presidente con l’approvazione di due terzi (2/3) dei voti dei membri attivi attraverso il voto elettronico o per partecipare all’Assemblea generale straordinaria debitamente convocata a tale scopo con almeno 30 giorni di anticipo . In una qualsiasi delle forme statuto modificato deve essere presentata unitamente alla chiamata.
Sezione 2. Gli emendamenti possono essere proposti per iniziativa del Consiglio o petizione del dieci per cento (10%) dei membri votanti attivi, con domanda indirizzata al Consiglio e il Presidente. Ogni proposta di modifica deve essere presentata dal Consiglio, con o senza raccomandazione.

Sezione 3. Tutti gli emendamenti devono essere coerenti con gli statuti, le politiche, standard, procedure e linee guida stabilite dal Consorzio.
Torna Su

Articolo XIV – Scioglimento

Sezione 1. Nel caso in cui il Consorzio oi suoi funzionari agendo in conformità al presente Statuto, politiche o politiche delle procedure, statuti e le norme contenute nella legge della Costituzione, il Presidente con la partecipazione di Direttiva, il diritto di sciogliere il Consorzio ..

Sezione 2. Il Consorzio riconosce che il Presidente ha il diritto di sciogliere il componente, se il Consorzio non fornisce valore per i suoi membri, come indicato nel business plan in conformità con i termini della legge costituzionale.
 
Sezione 3. Nel caso in cui il presidente sta valutando la possibilità di scioglimento del Consorzio, i membri del consiglio di amministrazione notifica per iscritto al Presidente e seguire la procedura per lo scioglimento dei componenti definiti nella politica degli statuti.

Sezione 4. Se il partenariato è sciolto per qualsiasi causa, il patrimonio deve essere utilizzato per pagare le spese di organizzazione, dopo aver risolto tutti i suoi impegni e debiti nazionali o internazionali, in conformità ai requisiti legali applicabili.

Sezione 5. Procedura di scioglimento con le autorità dominicane
In aggiunta a quelli indicati nelle sezioni precedenti, può essere motivo di liquidazione del fissati dalle leggi dominicane in vigore e seguire la stessa procedura su di loro. Per procedere con lo scioglimento del partenariato richiederà la presenza del Presidente e dei tre la quarta (3/4) dei membri attivi di una riunione straordinaria generale, in cui nomina uno o più membri ad agire insieme con il Presidente, come liquidatori della tenuta.
Torna Su

Articolo XV. Mentre l’Assemblea Generale e il suo presidente non ha fatto le designazioni per il prossimo periodo, i membri del consiglio, i loro supplenti e del esterne, validamente continuare ad esercitare le loro funzioni dopo la scadenza del termine per il quale sono stati nominati
Torna Su

Articolo XVI. Questi statuti sono la regola principale del Consorzio capitolo CID tuttavia, può stabilire regolamenti e risoluzioni che integrano, e se non sono sempre in disaccordo con una delle sue disposizioni.
Lo Statuto del Consorzio composto di tredici articoli e 18 pagine e sono redatte e firmate nella città di Santo Domingo, Repubblica Dominicana, il primo (16) giorni di febbraio 2012. Certificare e FE.

News & Eventi

  • Evento Noche Azul
    April 27, 2016

    Italiano: L’evento “Noche Azul”, organizzato per i bambini dominicani con handicap infantile, per bimbi speciali e con malattie degenerative. Bellissima e toccante iniziativa, dove hanno partecipato grandi personaggi della Repubblica Dominicana ed anche di altri Paesi. All’evento ha partecipato l’Ambasciatore degli Stati Uniti d’America in dominicana, insieme ad altri diplomatici che hanno appoggiato questa bella [...]

  • Riconoscimento a Sandra Abinader della comunità dominicana in Italia
    April 27, 2016

    Italiano: La Presidente del CID – Consorzio Italo Dominicano – Dott.ssa Nancy Polanco ha partecipato alla premiazione della Dott.ssa Sandra Abinader per il suo impegno e dedizione, per progetti destinati a favore di persone più bisognose, con particolare attenzione per bambini, donne ed anziani. Il riconoscimento è stato consegnato, a Santo Domingo, alla Dott.ssa Dani [...]